Lascia un contributo per evitare la chiusura del Dock61

Leggi perché rischiamo di chiudere e se ti va aiutaci. Basta una donazione, anche piccola, via Paypal
oppure puoi lasciare un contributo nella cassetta resistente sul bancone del Dock, o fare un bonifico all'IBAN:
IT 51N 06270 13100 CC 0000139378

Insieme a Felicia, il coraggio nella voce delle donne

Aperitivo Ravenna in Comune e presentazione del libro

Aperitivo di Ravenna in Comune giovedì 12 marzo, alle ore 19.00 c/o il circolo arci Dock 61, via Magazzini Posteriori, 61 a Ravenna

Presentazione del Libro ‘ Insieme a Felicia, il coraggio nella voce delle donne’, con l’autrice Gabriella Ebano e con Massimo Manzoli, consigliere di Ravenna in Comune.

Felicia Bartolotta, madre di Peppino Impastato, è stata una donna che ha lasciato un segno forte in tante persone che l'hanno conosciuta. Gabriella Ebano, dal primo incontro con lei nel 2003, l'ha frequentata assiduamente negli ultimi anni della sua vita e le rende omaggio con questo libro, attraverso una serie di interviste e di fotografie. Insieme a Felicia ecco quindi un coro di voci, che appartengono alle donne che le hanno vissuto accanto o che hanno avuto un destino amaro, simile al suo. In entrambi i casi, con coraggio ne hanno raccolto l'eredità umana e civile.

La prima parte del libro è interamente dedicata a Felicia, con ricordi e testimonianze delle donne che le sono legate e ne hanno raccolto l’eredità umana e civile, continuando a trasmetterne il messaggio alle giovani generazioni. Tra queste: Dina Provenzano, Luisa Impastato, Caterina Pellingra, Cristina Cucinella, Felicetta Vitale Impastato.
Nella seconda parte vengono riproposte le storie delle donne siciliane a cui la mafia ha strappato gli affetti più cari. Madri, figlie, sorelle e mogli, che ci riportano le figure di sindacalisti, magistrati, giornalisti, uomini delle forze dell’ordine e persone comuni, tutte costrette al silenzio dalla violenza mafiosa. Tra queste: Pina Rizzotto, Michela Buscemi, Rita Borsellino, Piera Aiello.

L'autrice: Gabriella Ebano, nata a Roma il 5 agosto 1954, laureata in Lettere, si dedica alla fotografia dalla fine degli anni Ottanta, quando vive e lavora prima a Bergamo e poi a Milano.

Svolge attività di ritrattista e di fotografa di scena per il Teatro Donizetti di Bergamo. Partecipa a corsi e seminari tenuti da Gianni Berengo Gardin, Ferdinando Scianna e Giuseppe Leone. Dirige la galleria fotografica “Il filo di Arianna” di Bergamo. Dal 1997 si trasferisce in Sicilia, terra natale del padre, prediligendo in particolare la fotografia sociale ed etnografica. Nel 2005 pubblica il libro Felicia e le sue sorelle (Ediesse, 2010). Collabora con agenzie italiane e straniere. Ha tenuto numerose mostre personali e collettive e sue foto sono pubblicate su varie riviste e quotidiani. Insegna fotografia presso scuole pubbliche e istituzioni private.

Conduce progetti sulla legalità e laboratori di scrittura creativa nelle scuole. Collabora con il CRESM (Centro di Ricerche Economiche e Sociali per il Meridione) di Gibellina (TP).

Con Navarra Editore ha pubblicato nel 2015 Le mie signore di Sumpetar. Cronaca di volontariato nei campi profughi della ex Jugoslavia