Lascia un contributo per evitare la chiusura del Dock61

Leggi perché rischiamo di chiudere e se ti va aiutaci. Basta una donazione, anche piccola, via Paypal
oppure puoi lasciare un contributo nella cassetta resistente sul bancone del Dock, o fare un bonifico all'IBAN:
IT 51N 06270 13100 CC 0000139378

Varianza di genere e stereotipi

Venerdì 19 aprile dalle 19.30 aperitivo e, a seguire, incontro pubblico.

Nella nostra società sono molteplici le discriminazioni, i pregiudizi e gli stereotipi verso chi non corrisponde alle aspettative legate all’identità di genere.

Una serata di confronto e dialogo su infanzia e adolescenza trans (o gender variant, gender fluid, gender creative ecc.), può essere l’occasione per conoscere una realtà che ancora non trova il giusto spazio nel dibattito pubblico.

Attraverso alcune testimonianze proveremo ad ampliare la visuale sull'identità di genere, partendo dalla consapevolezza che tutti i vissuti valgono, compresi quelli dei bambini e delle bambine; tutt* hanno pari dignità e meritano quindi gli stessi diritti. L’approccio è quello della costruzione di un sapere che attinge alle storie personali per creare consapevolezza e per arrivare ad uno sguardo politico più ampio.

Con la consapevolezza che la varianza di genere nelle sue differenze può diventare uno strumento attivo di conoscenza che mette in relazione i rapporti di potere, le contraddizioni, le tensioni che produce attraverso la rottura delle norme imposte, mostrando come la realtà vada ben oltre le identità di genere del femminile e del maschile.

Per questo è una riflessione che ci riguarda tutt*

Ne parliamo venerdì 19 aprile, con Elisabetta Ferrari, presidente di AGEDO Bologna (associazione Genitori Parenti, Amici a Amiche di persone Lgbti+).

Massimo Manzoli - Consigliere Comunale Ravenna di Ravenna in Comune e Cinzia Messina, mamma di Greta