Lascia un contributo per evitare la chiusura del Dock61

Leggi perché rischiamo di chiudere e se ti va aiutaci. Basta una donazione, anche piccola, via Paypal
oppure puoi lasciare un contributo nella cassetta resistente sul bancone del Dock, o fare un bonifico all'IBAN:
IT 51N 06270 13100 CC 0000139378

Omocausto: la memoria negata

MOSTRA APERTA FINO AL 17 MARZO

In occasione della giornata della memoria Arcigay Ravenna Dan Arevalos, in collaborazione con il DOCK 61, invita la cittadinanza tutta all'inaugurazione della mostra dal titolo Omocausto: la memoria negatain Via Magazzini Posteriori 61 a Ravenna. Questa mostra vuole far conoscere gli aspetti persecutori sia in Germania che in Italia, sia degli uomini che delle donne. Una persecuzione che non si è conclusa con la seconda guerra mondiale, ma che si è protratta fino ai nostri giorni con le discriminazioni e con il mancato riconoscimento di una memoria di quel che è accaduto.

L’omocausto ha inizio in un Paese, la Germania, che era un punto di riferimento per la liberazione e autodeterminazione omosessuale. Berlino era una città progressista e, senza voler essere forzatamente anacronistici, quanto detto deve far riflettere su come sia estremamente semplice passare da una società di larghe vedute al fare altrettanti drastici passi indietro.

"Abbiamo scelto di inaugurare questa mostra sull’omocausto il 27 gennaio perché vorremmo che la Giornata della memoria, nel tempo, diventi un simbolo di tutto l’orrore nazista e non più solo la commemorazione della liberazione degli ebrei dal campo di Auschwitz" dice Giulia Maglia che ha coordinato la realizzazione della serata.

Durante l'inaugurazione il si illustrerà il quadro storico e si leggeranno alcune testimonianze dei sopravvissuti. A seguire, verrà proiettato il film “Gli occhiali d'oro” tratto dall'omonimo romanzo di Giorgio Bassani ed ambientato nella vicina Ferrara. Il tutto con lo sfondo del Dock61, i suoi drink e l'apericena organizzata per l'occasione.

La serata è patrocinata dal Comune di Ravenna, Assessorato alla Partecipazione ed Assessorato alle Politiche e Cultura di Genere.

Ciro F. Di Maio - Presidente Arcigay Ravenna